Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
venerdì 19/04/2019    |   Ultimo aggiornamento ore 17:56    |   Lavora con noi    |  

Messaggio alla città

San Benedetto del Tronto | Giovanni Gaspari da piazza della Verdura: “Non cadiamo nella trappola dell’astensionismo, né in quella della troppa sicurezza”.

di Martina Oddi

Giovanni Gaspari

Uniti alle urne, vigili sul futuro della città. Questo il monito di Giovanni Gaspari, che mette in guardia il centro sinistra: " per tante volte le nostre coalizioni in Italia e nelle Marche, anche ultimamente, sono cadute nell'inganno di dare per scontata la vittoria". Si rivolge al popolo del centrosinistra, ai moderati, ai progressisti, dall'UdC a RC, oggi che l'alleanza è forte e sarebbe suggellata e completata dal dialogo con le forze che ne sono rimaste escluse.

"Noi ci rivolgiamo a tutti", sottolinea Giovanni Gaspari, "ma non abbiamo cercato nessun apparentamento, e non certo perché ci vogliamo isolare. Ma perché non ci interessa vincere, ma governare". Così il primo cittadino - che lamenta la leggerezza di chi dà già la vittoria per certa, mentre sottolinea la facile e superficiale ricerca del centro destra, alla caccia di voti da RC ai Grillini - si appella a una scrupolosa azione di voto, compatta e presente.

"Quando la gente sta male, c'è bisogno di un cambiamento" spiega ancora il ri-candidato sindaco, che indica l'avvento di un rinnovamento imminente. E annuncia un ‘investimento di 600.000 € in quella che diventerà una zona pedonale di congiunzione tra la stazione e il centro, e uno degli squarci più belli della città". E a piazza della Verdura c'è aria di festa, tra vino e porchetta, il primo passo verso il recupero di un contatto con la gente, "disamorata della politica proprio a causa di chi dà il cattivo esempio tra i suoi proseliti". "Prima c'erano solo i matrimoni e i funerali, dove rincontravi i vecchi amici, oggi c'è un appuntamento in più: le elezioni" commenta la gente curiosa.

Un primo timido risultato, nel perseverante lavorio di riportate i delusi nelle aule della partecipazione democratica, oggi che il pianeta ribolle in ogni angolo, dalle piazze insanguinate che chiedono dignità. Invocando a gran voce l'evoluzione di un sistema arrivato al capolinea. Proteste e urla di chi non vuole perdere l'appuntamento con la storia.

24/05/2011





        
  



4+1=

Altri articoli di...

Politica

17/04/2019
Le regole vogliono sacrifici in "I paradossi del diritto", 2019. (segue)
17/04/2019
Torna Home Care Premium, sostegno ai disabili iscritti all’INPS (segue)
17/04/2019
Il PD ha programmato degli incontri per un percorso di ascolto e di confronto (segue)
13/04/2019
Orgoglio civico:"La trappola politica dell'ospedale unico" (segue)
13/04/2019
Monteprandone capofila nel progetto Open Fiber (segue)
06/04/2019
Sergio Loggi presenta "Cittadini in Comune" (segue)
29/03/2019
Niente primarie del PD a Monteprandone (segue)
29/03/2019
Lettera del Sindaco al Presidente Ceriscioli (segue)

San Benedetto

18/04/2019
Non giriamoci dall'altra parte: Fiammetta Borsellino incontra il Liceo Classico Leopardi (segue)
17/04/2019
A scuola con la Guardia di Finanza: (segue)
17/04/2019
26° EDIZIONE DEI GIOCHI MATEMATICI (segue)
17/04/2019
Le regole vogliono sacrifici in "I paradossi del diritto", 2019. (segue)
17/04/2019
Torna Home Care Premium, sostegno ai disabili iscritti all’INPS (segue)
17/04/2019
Il PD ha programmato degli incontri per un percorso di ascolto e di confronto (segue)
17/04/2019
La disfagia al centro di una serie di incontri all’istituto alberghiero di San Benedetto (segue)
17/04/2019
In Viaggio con Luca Leone, Giovanna Famulari, Alessia e Fabia Salvucci per l’ultima serata di In art (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji


Io e Caino