Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
sabato 21/09/2019    |   Ultimo aggiornamento ore 15:36    |   Lavora con noi    |  

CERIMONIA PASSAGGIO DEL MARTELLETTO 5 LUGLIO 2019 AL ROTARY SAN BENEDETTO DEL TRONTO

San Benedetto del Tronto | Il Messaggio di Maria Rita Bartolomei

Il momento del passaggio

BUONA SERA A TUTTI E BENVENUTI. Sono molto felice!
Autorità rotariane, autorità civili, gentili soci, consorti e amici tutti, grazie per essere qui con noi e per condividere con me e con Alberto questo momento importante per noi e per tutto il Club.

Prima di accennare brevemente alle linee guida che orienteranno il mio anno di presidenza, permettetemi di esprimere sincera gratitudine ai miei soci, per la stima e la fiducia riposta nella mia persona, al mio consiglio, che ha già iniziato a lavorare alacremente e, in particolare, somma gratitudine al nostro presidente Alberto. Ad Alberto, non solo per il costante rispetto nei confronti del mio ruolo di incoming, per la grazia, la gentilezza e anche l'affetto con cui mi ha coinvolto ma, soprattutto, per la sua eccellente leadership e per averci regalato un anno rotariano davvero scintillante.

Per utilizzare una bella metafora. Grazie davvero Alberto, grazie infinite!
Per quanto riguarda la mia programmazione - di cui ovviamente questa sera vi risparmio i dettagli, posso dirvi che, in sintonia con il tema elaborato dal presidente internazionale Mark Maloney "il Rotary connette il mondo" e con i vari obiettivi proposti anche a livello distrettuale, cercherò di orientare l'azione di service del nostro Club in accordo con i principi di continuità e di flessibilità, ma anche di innovazione e di condivisione, di efficacia e di sostenibilità, di concretezza e di sobrietà.

CONTINUITÀ - come connessione tra passato e futuro.
Seguiteremo i progetti iniziati dai miei predecessori, in particolare il progetto "Non perdiamoli di vista" per lo studio e la prevenzione del Cheratocono, che è il nostro fiore all'occhiello e che è ormai diventato un progetto pluriennale. Un service efficiente, efficace, concreto e di sicuro impatto sul territorio, anche perché attuato in collaborazione con i Club limitrofi di San Benedetto Nord e di Ascoli Piceno.

FLESSIBILITÀ - come maggiore connessione tra i soci, tra il club e le famiglie dei soci, tra il club e il territorio locale, con una particolare attenzione ai giovani.
Da un lato, cercheremo di migliorare il coinvolgimento dei soci, oltre che con i consueti caminetti, anche attraverso esperienze alternative di riunione e di incontro e nuove opportunità di aiuto umanitario. Dall'altro lato, procederemo nel senso di una maggiore diversificazione demografica dell'effettivo, con l'intento di affiliare soprattutto i giovani, le donne e le persone dedite a professioni non ancora rappresentate nel club. A favore dei giovani Angelo Straffi, insieme ad altri soci ha elaborato il Progetto InformArti per realizzare attività di orientamento, di supporto e di formazione alle nuove generazioni.

INNOVAZIONE - come connessione tra club vicini e lontani.
In questo senso, abbiamo prospettato ampie collaborazioni con i club del quadrilatero (che stasera sono assenti perché avevano in concomitanza il Passaggio a Teramo) e con altre associazioni del territorio, come l'Innerwheel, il Soroptimist, I luoghi della scrittura, l'UNICEF, e così via. Sia per proporre riflessioni e approfondimenti sulle emergenti questioni di genere o su temi e problematiche inediti, con un interesse peculiare per i diritti dei minori e la salute infantile, sia per realizzare service efficaci. Inoltre, questa è la vera e propria innovazione, abbiamo elaborato il progetto "Acqua per la vita", un service volto alla costruzione di un pozzo in Kenya, che aspira ad essere un Global Grant e, quindi, a ricevere finanziamenti dalla Rotary Foundation. Per il suo carattere piuttosto complesso e internazionale, inevitabilmente mobilita tutti i soci, permette di creare connessioni ancora più ricche ed estese con i club kenioti. Questo Progetto, proprio perché volto a «portare acqua pulita, migliori condizioni di salute, istruzione e stabilità economica alle persone più svantaggiate», ci permette di riaffermare i fondamentali valori di cooperazione, di solidarietà e di responsabilità, ai quali tengo particolarmente.

CONDIVISIONE e SOSTENIBILITÀ - anche come maggiore connessione tra gli obiettivi del Rotary e l'impegno delle Nazioni Unite.
Non a caso, il tema della tutela ambientale è alla ribalta della cronaca locale, nazionale e internazionale e corrisponde ormai ad un'importante area di intervento anche dell'azione rotariana. Di conseguenza, insieme al Comandante della Capitaneria Mauro Colarossi, affronteremo in primis il tema dell'inquinamento dell'ambiente marino a causa della plastica, e poi concorderemo un incontro con il Rettore dell'Università Politecnica che ha già attuato importanti politiche a carattere ecologico. Inoltre, d'accordo con i presidenti che mi succederanno, Piero Ristori e Massimo Esposito, abbiamo già iniziato ad elaborare un Progetto triennale, con l'intento di coinvolgere più comunità territoriali della Riviera delle Palme.

CONCRETEZZA nell'agire e SOBRIETÀ nell'essere - come ci suggerisce il nostro Governatore Basilio Ciucci, nel senso di una connessione incessante tra la pratica quotidiana e i valori ispiratori del Rotary
- Il Servizio, come ideale da perseguire al di sopra di ogni interesse personale
- L'Integrità nella vita privata, professionale e pubblica
- L'adesione a standard etici elevati
- L'impegno, la collaborazione e l'amicizia rotariana. Tanto per citarne alcuni.

Vi prometto che cercherò di adempiere con impegno ed entusiasmo al mio incarico, spero vivamente di non deludere le vostre aspettative e di riuscire a coinvolgere il più possibile tutti i soci per continuare a lottare verso un cambiamento sociale positivo e così celebrare insieme la vita. Nella convinzione che "nessun uomo è un'isola", concludo con l'aforisma elaborato dalla scrittrice americana Helen Keller e fatto proprio dal nostro Governatore: Da soli possiamo fare così poco, insieme possiamo fare così tanto!

Buon Rotary a tutti e grazie ancora di cuore!

06/07/2019





        
  



3+1=

Altri articoli di...

San Benedetto

19/09/2019
Fermana-Samb: al via la prevendita dei 700 tagliandi messi a disposizione. (segue)
18/09/2019
Samb-Modena in programma mercoledì 25 Settembre alle ore 18.30: al via la prevendita dei tagliandi (segue)
18/09/2019
Fermana-Samb:arbitrerà Luigi Carella di Bari (segue)
17/09/2019
SASSOFERRRATO GENGA - GROTTAMMARE 0 - 0 (segue)
16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)
16/09/2019
Progetto Ecoriviera del Rotary Club di San Benedetto (segue)
16/09/2019
PROGETTO CREW, analizzati rischi e opportunità di un contratto di area umida per la Sentina (segue)
16/09/2019
Tutto pronto per la quarta edizione del Premio internazionale La Palma d'oro. (segue)

Cultura e Spettacolo

16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)
16/09/2019
Progetto Ecoriviera del Rotary Club di San Benedetto (segue)
16/09/2019
PROGETTO CREW, analizzati rischi e opportunità di un contratto di area umida per la Sentina (segue)
16/09/2019
Tutto pronto per la quarta edizione del Premio internazionale La Palma d'oro. (segue)
15/09/2019
Le due chiese di Santa Maria della Neve (segue)
10/09/2019
Convegno ADP-UNIVPM - 11/14 settembre 2019 (segue)
08/09/2019
Tanti sguardi, un unico orizzonte: San Benedetto del Tronto (segue)
31/08/2019
ANTONIO FUSCO presenterà il libro "Alla fine del viaggio" (segue)

Cronaca e Attualità

16/09/2019
Primo giorno di scuola all'Asilo Merlini (segue)
16/09/2019
Progetto Ecoriviera del Rotary Club di San Benedetto (segue)
16/09/2019
PROGETTO CREW, analizzati rischi e opportunità di un contratto di area umida per la Sentina (segue)
16/09/2019
Borse di studio "Avis San Benedetto del Tronto 2019" (segue)
12/09/2019
Reati Contro Il Patrimonio E Riciclaggio. (segue)
10/09/2019
Convegno ADP-UNIVPM - 11/14 settembre 2019 (segue)
09/09/2019
Controlli della Polizia Stradale. Nel mirino Alcool, Droga e irregolarità dei mezzi pesanti (segue)
30/08/2019
Ancora fiamme su Cupra (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji