Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
sabato 29/02/2020    |   Ultimo aggiornamento ore 19:59    |   Lavora con noi    |  

Cittadinanzattiva e i tagli delle province

San Benedetto del Tronto | Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva, si esprime sulla possibilità dei tagli alle province.

"Le Province sono enti superflui e troppo spesso privi di impatto, le cui competenze potrebbero essere agevolmente ripartite tra Regioni e Comuni. Inoltre, il costo supera i 16,5 miliardi di euro all'anno, denaro che potrebbe essere speso meglio per una serie di obiettivi - tra gli altri, per esempio, la ristrutturazione, la manutenzione e la messa a norma degli istituti scolastici - a vantaggio delle comunità locali. Al contrario, negli ultimi anni, abbiamo assistito all'aumento ingiustificato del numero di questi enti, per motivi di esclusivo tornaconto politico", queste le dichiarazioni di Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva.

"Il Governo sembrava orientato ad avviare un taglio delle province con la manovra finanziaria, ma lo ha fatto in modo pasticciato, secondo criteri assai discutibili e senza un disegno complessivo. Comprendiamo tutte le difficoltà di carattere tecnico-legislativo, ma, come spesso accade, crediamo che le pressioni del ceto politico - che nelle province gode di un bacino di più di 4mila incarichi - abbiano avuto la meglio.

Il Governo ha fatto retromarcia e la riforma è oggi rimandata al cd. Codice delle autonomie. Intervenire in questa direzione, viceversa, avrebbe permesso un risparmio e un miglior uso della spesa pubblica - laddove questa è altamente improduttiva e senza reali effetti per i cittadini - ed una migliore ripartizione di funzioni, competenze e impiegati pubblici. 

A ciò si aggiunga che le Province non sono coerenti con una vera riforma federale della Repubblica", ha quindi concluso la Petrangolini, "la loro origine è quella di mere articolazioni locali del potere governativo centrale ed oggi ormai servono soprattutto alla riproduzione del ceto politico. Viceversa, con una profonda razionalizzazione o, addirittura, con l'abolizione di questi enti - che Cittadinanzattiva ha già suggerito in passato - si potrebbe valorizzare maggiormente il ruolo attribuito dalla riforma del Titolo V alle Regioni. Queste ultime dovrebbero definire il quadro giuridico per le competenze liberate dalle Province e, in questo quadro, si dovrebbero istituire "accordi funzionali" tra Comuni. Potrebbe essere questa un'opportunità, infine, per valorizzare al meglio la sussidiarietà dell'art.118 u.c. della Costituzione e promuovere la partecipazione dei cittadini nella dimensione pubblica locale".

09/06/2010





        
  



4+2=

Altri articoli di...

Politica

10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
21/12/2019
La camminata in Sentina ha un doppio significato quest'anno (segue)
17/12/2019
Il Sindaco Piunti sulla qualità della vita nella Provincia di Ascoli (segue)
17/12/2019
Prefettura:"Festività natalizie, Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica" (segue)
17/12/2019
"L'Ospedale di 1 livello esiste già ma non è stato considerato nei contenuti" (segue)
08/12/2019
VIA LIBERA AL PIANO PER LA DIFESA DELLA COSTA (segue)
04/12/2019
La Giunta vara misure a sostegno dei senza fissa dimora (segue)
04/12/2019
Riorganizzazione degli organici medici dei pronto soccorsi nelle Marche (segue)

San Benedetto

27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)
08/01/2020
Conferenza pubblica 10 gennaio - progetto europeo “Lasciamo scegliere le donne!” (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji