Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
sabato 03/12/2022    |   Ultimo aggiornamento ore 15:33    |   Lavora con noi    |  

Musica d’estate: definiti orari e modalità di svolgimento delle manifestazioni musicali all’aperto

Porto San Giorgio | Brignocchi: “vogliamo un turismo che rispetti tutti, sia coloro che vogliono divertirsi sino a tardi, sia coloro che vogliono riposare”

di Chiara Marzan

Brignocchi Scriboni

Sono stati resi noti oggi, con una conferenza stampa indetta dal Comune di Porto San Giorgio cui hanno partecipato i rappresentanti delle associazioni di categoria del commercio e dei concessionari di spiaggia, gli orari, i limiti e le modalità di svolgimento delle manifestazioni musicali o di intrattenimento all'aperto stabiliti dall'amministrazione comunale.

Nello specifico le attività musicali sono soggette a denuncia di inizio attività e alla presentazione della "previsione di impatto acustico". Non si potrà eccedere le ore 1, ad eccezione del sabato, per quanto riguarda musica dal vivo, karaoke e cabaret, quando si potrà arrivare sino alle 1.30. Non potrà essere superato il valore di 60 decibel in termini di potenza di diffusione sonora. Per le manifestazioni con musica non dal vivo è consentita, facendo specifica richiesta al Comune, una deroga sull'orario fino alle ore 2, per due giorni a settimana, che diventeranno tre dopo il 15 luglio. Sarà possibile anche chiedere una deroga sull'orario fino alle ore 3 a condizione che il limite di diffusione sonora non superi i 55 decibel dopo le ore 2 e che venga collocato sull'impianto sonoro un limitatore tarato da tecnico abilitato e vi siano apposti i sigilli dalla Polizia Municipale. Per i trasgressori sono previste sanzioni che prevedono la sospensione immediata di ogni attività di intrattenimento.

"Abbiamo cercato di trovare una soluzione - ha dichiarato il Sindaco di Porto San Giorgio, Claudio Brignocchi - che tenesse conto delle esigenze di tutti. Dei residenti, di chi viene a trascorrere le vacanze per riposarsi e di chi invece le interpreta come divertimento anche notturno. Do atto alle associazioni di categoria qui presenti e agli operatori di aver dimostrato disponibilità ad affrontare una annosa questione che si ripropone ogni anno e per la quale cerchiamo sempre la migliore delle soluzioni possibili. Mi sembra - ha concluso Brignocchi - che quanto stabilito contemperi il giusto equilibrio tra esigenze di divertimento ed esigenze di riposo e tranquillità."

Brignocchi, dopo aver richiamato il bel risultato raggiunto con l'assegnazione delle bandiere blù, ha ricordato che Porto San Giorgio ha una straordinaria vocazione turistica e che gli chalet e le strutture ricettive sono in grado di offrire servizi all'altezza: "è importante ragionare come riviera del Fermano - ha detto - senza inutili contrapposizioni tra Porto San Giorgio, Porto Sant'Elpidio e Lido di Fermo. Dalla concorrenza non può che venir bene, ma dobbiamo ragionare come sistema".

È intervenuta poi Maria Teresa Scriboni, coordinatrice provinciale della ConfCommercio, che ha ricordato come il mestiere di chi esercita l'attività di esercizio pubblico sia radicalmente mutato in questi ultimi anni e come, troppo spesso, si chieda all'operatore di supplire alle carenze di controlli che competerebbero invece alle autorità.

 

17/05/2007





        
  



2+3=

Altri articoli di...

Cronaca e Attualità

24/05/2011
Risparmi oltre il 40% per la pubblica illuminazione (segue)
21/05/2011
Conto alla rovescia per la “FESTA DEGLI INCONTRI” Si terrà il 28 maggio a Piane di Montegiorgio (segue)
11/05/2011
In marcia per la solidarità ’ SMERILLO – MONTEFALCONE 8° edizione (segue)
11/05/2011
Nuovo sportello di Equitalia Marche nella neonata provincia di Fermo (segue)
11/05/2011
Emergenza anziani e pensionati (segue)
01/05/2011
GMG 2011 A Madrid: a breve la scadenza delle iscrizioni (segue)
01/05/2011
“Le Province d’Europa si incontrano”: il 2 maggio un incontro sulla “Resistenza civile” (segue)
28/04/2011
25 APRILE in memoria di due giovani (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji