Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
lunedì 03/08/2020    |   Ultimo aggiornamento ore 22:12    |   Lavora con noi    |  

Cultura in calice alla Bibliofila

San Benedetto del Tronto | Continuano i festeggiamenti del quarantennale della storica libreria

locandina

La rassegna “Cultura … in calice”, ideata per festeggiare i 40 anni della libreria “La Bibliofila” in via Ugo Bassi a San Benedetto del Tronto, vivrà sabato 21 giugno con inizio alle 18  un altro piacevolissimo pomeriggio all’insegna del vino di qualità.

 Si presenterà agli intervenuti un’azienda vinicola che opera in Emilia Romagna: la Società Agricola Randi di Fusignano (Ravenna). La ragione di questo “sconfinamento” va ricercata nella grande amicizia che lega il titolare, Massimo Randi, con San Benedetto del Tronto e Grottammare, città che ama frequentare e nelle quali non perde occasione di presentare i suoi vini in ottimi ristoranti che preparano menù con particolari pietanze da abbinare.

 Questa azienda segue la “Produzione integrata”, una tecnica  che consente di coltivare nel rispetto dell’ambiente, associando prodotti chimici solo se strettamente necessari, nelle dosi e nei momenti opportuni, insieme all’utilizzo di tecniche agronomiche. Purtroppo in questa occasione non sarà presente il produttore, sempre impegnato nei fine settimana in manifestazioni enogastronomiche, e la degustazione sarà guidata da Domenico Castelli di Punto Vino Snc di Grottammare, piccolo ingrosso di vini e birre prodotte artigianalmente, che fa della cortesia e della professionalità i suoi punti di forza.

 Saranno presentati: il Rambèla (Ravenna bianco IGT e IGP), vino bianco prodotto con uve famoso, e il Bursòn etichetta blu, da uve Longanesi, rosso con una storia affascinante perché nato da un’intuizione di Antonio Longanesi che, a metà degli anni 50, favorì la valorizzazione e la produzione di una vite selvatica che aveva scoperto arrampicata su una vecchia quercia.

 Questi ottimi vini saranno abbinati agli stuzzichini offerti dallo storico Caffè Florian noto per la grande professionalità con cui vengono serviti ottimi spuntini in pausa pranzo, per gli “apericena” con grande scelta di vini e per la deliziosa pasticceria; i titolari, Michele Capillo e Massimo Paoletti, favoriscono e accolgono sempre volentieri numerose iniziative culturali.

 Anche in questa occasione, per continuare a festeggiare il 40° anno di attività della libreria, sarà riproposto lo sconto del 15% sull’acquisto dei libri a tutti gli intervenuti. 

19/06/2014





        
  



3+3=

Altri articoli di...

Cultura e Spettacolo

27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
15/01/2020
Le Marche terra di teatri (segue)
14/01/2020
L’opera di Enrico Maria Marcelli edita dall’Arsenio Edizioni ha vinto il Premio Quasimodo (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)
06/01/2020
Liceo Rosetti: lettura e apertura al mondo della cultura Un viaggio controcorrente (segue)
06/01/2020
ISTITUITO IL LICEO MUSICALE E TANTI INDIRIZZI STIMOLANO LA CRESCITA CULTURALE E UMANA DEI GIOVANI (segue)

San Benedetto

10/06/2020
Samb: Serafino è il nuovo presidente! (segue)
27/01/2020
Istituto Professionale di Cupra Marittima: innovazione a tutto campo. (segue)
25/01/2020
Open Day a Cupra Marittima, al via il nuovo corso Web Community – Web Marketing (segue)
19/01/2020
GROTTAMMARE - ANCONITANA 1 - 3 (segue)
13/01/2020
SAN MARCO LORESE - GROTTAMMARE 1 - 0 (segue)
10/01/2020
UGL Medici:"Riteniamo che gli infermieri e i medici debbano essere retribuiti dalla ASUR5" (segue)
10/01/2020
Premiato il cortometraggio intitolato "Sogni di Rinascita- Sibillini nel cuore" (segue)
10/01/2020
Simone Incicco nuovo tesoriere nazionale della Federazione Italiana Settimanali Cattolici. (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji