Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
mercoledì 07/12/2022    |   Ultimo aggiornamento ore 15:33    |   Lavora con noi    |  

È stato inaugurato Sabato 14 dicembre il "Punto Bio Ama Terra"

Castel di Lama | "Un luogo che racconta l'accoglienza e le risorse del territorio. Uno spazio innovativo realizzato dalla Cooperativa Sociale Ama Aquilone insieme a Regione Marche, Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e Fondazione Prosolidar Onlus"

Sabato 14 dicembre, alle ore 17.00, taglio del nastro per il "Punto Bio Ama Terra", alla presenza di Anna Casini, vice Presidente della Regione Marche, di Sergio Fabiani, Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, e di Daniele Tagliabue, membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Si tratta di uno degli spazi innovativi, dedicati all'agricoltura sociale, che la Cooperativa Sociale Ama Aquilone ha realizzato all'interno della Comunità Terapeutica "Casa Ama" a Castel di Lama, grazie ai fondi del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Marche, insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno ed alla Fondazione Prosolidar Onlus, "istituzioni che hanno saputo comprendere e supportare l'impegno di Ama Aquilone nella realizzazione di tutto questo", ha sottolineato Francesco Cicchi, Presidente della Cooperativa Sociale Ama Aquilone.

L'apertura del "Punto Bio Ama Terra" rappresenta un traguardo per il coraggioso progetto di agricoltura sociale che Ama Aquilone porta avanti dal 2010. "Penso ad Ama Aquilone come ad una realtà resiliente. Tutto quello che stanno costruendo è innovativo, ma estremamente legato alla terra e alla nostra umanità", ha affermato Anna Casini, vice Presidente della Regione Marche.

Nata come strumento di ergoterapia a favore degli ospiti delle Comunità Terapeutiche, la Fattoria Biosociale Ama Terra ha reso l'agricoltura sociale un'opportunità concreta e virtuosa per il benessere del territorio, offrendo attività di formazione ed inclusione socio-lavorativa, rivolte a giovani e persone svantaggiate, ed un brand di prodotti biologici "Ama Terra".

"Ama Aquilone è riuscita a creare un luogo dalle molteplici finalità: inclusione sociale, filiera corta, convivialità e creazione di impresa sociale", ha sottolineato Daniele Tagliabue, membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Sergio Fabiani, ha rivolto un ringraziamento particolare ad Ama Aquilone, "fiore all'occhiello nel sociale".

Il "Punto Bio Ama Terra", realizzato a completamento di una serie di strutture rurali che ospitano anche un mulino, per la produzione di prodotti da forno, e locali per la stagionatura della carne di suino della Marca, nasce dalla volontà di creare uno spazio per l'organizzazione di eventi culturali, ma soprattutto per la degustazione e la commercializzazione di prodotti biologici di qualità.

"È un luogo molto importante per la valorizzazione della dignità umana e per la cultura agricola che vogliamo recuperare. Le persone potranno entrare a Casa Ama, degustare ed acquistare prodotti biologici, oltre che sociali, provenienti da laboratori, altamente specializzati, che hanno coinvolto i ragazzi della nostra Comunità, offrendo loro l'occasione di poter acquisire competenze importanti per la vita che vogliono riprendersi", ha concluso Valentina Sguigna, agronoma e responsabile di Ama Terra.

 

17/12/2019





        
  



5+4=

Altri articoli di...

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)

Cultura e Spettacolo

31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
TEDxFermo sorprende a FermHamente (segue)
27/10/2022
53 anni di Macerata Jazz (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
23/10/2022
A RisorgiMarche il Premio "Cultura in Verde" (segue)
22/10/2022
Porto San Giorgio torna a gareggiare al Palio dei Comuni (segue)
20/10/2022
La Nuova Barberia Carloni apre un tris di spettacoli (segue)

Cronaca e Attualità

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Terremoto: subito prevenzione civile e transizione digitale (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
14/11/2022
Il presidente di Bros Manifatture riceve il premio alla carriera "Hall of Fame/Founders Award" (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
27/10/2022
Il Comune pulisce i fossi Rio Petronilla e via Galilei (segue)

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji