Cerca
Notizie locali
Rubriche
Servizi
lunedì 15/07/2024    |   Ultimo aggiornamento ore 18:27    |   Lavora con noi    |  

USB accusa: "La Manuli compra tubi dalla concorrenza invece di produrli".

Ascoli Piceno | Il responsabile sindacale Quaglietti fa notare che pur essendoci richiesta di prodotto l'azienda preferisci rifornirsi altrove invece di presentare un piano industriale per lo stabilimento locale.

Andrea Quaglietti

"Il Gruppo Manuli Rubber, attraverso una società sua controllata, compra tubi anche da concorrenti - in Italia e all'estero - per venderli poi ai suoi clienti, piuttosto che produrli nella fabbrica di Ascoli Piceno, come ha fatto per decenni."

Lo denuncia il membro dell'Esecutivo nazionale dell'Unione sindacale di base (USB), oltre che ex RSU in azienda, Andrea Quaglietti.

" Invece di portare avanti queste manovre - dice Quaglietti - perché il gruppo non presenta un piano industriale per lo stabilimento ascolano ? E se non lo fa, e addirittura non fa più manutenzione dei macchinari neppure nei pochi reparti dove ancora si sta lavorando, ciò vuol dire che quando sarà esaurita quella domanda di prodotto, anche i 120 operai che ora sono utilizzati verranno mandati a casa ?"

Per il sindacalista USB, gli enti locali - Regione Marche, Provincia, Comune di Ascoli non possono permettere che tutto questo accada, senza far nulla.

"Se la domanda di tubi esiste o è in ripresa, perché la Manuli - continua il dirigente USB - che ha sempre una potenzialità produttiva di 800 addetti, non reintegra almeno una parte della manodopera, invece di tenerla in cassa integrazione ? E perché le istituzioni non la sollecitano a farlo, favorendo così la chiusura entro breve di una fabbrica storica del territorio piceno, con migliaia di posti persi, tra diretti e indiretti, tra operai, impiegati, addetti di tutte le piccole imprese che lavoravano nell'indotto ? "

Quaglietti annuncia che presto il partito dell'Italia dei Valori presenterà un interrogazione parlamentare sulla vicenda.

26/07/2010





        
  



2+2=

Altri articoli di...

Economia e Lavoro

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
02/11/2022
Glocal 2022: dove i giovani diventano protagonisti del giornalismo (segue)
02/11/2022
Sisma 2016: approvati 15 mila contributi per 4.8 miliardi (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
27/10/2022
A Cartoceto, nelle ‘fosse dell’abbondanza’ per il rituale d’autunno della sfossatura (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
24/10/2022
Premi di studio della Banca del Piceno a 59 giovani (segue)
24/10/2022
Clinica Villa dei Pini: arriva l’innovativa Risonanza magnetica (segue)

Ascoli Piceno

16/11/2022
Project Work Gabrielli, i vincitori (segue)
15/11/2022
800.000 euro per le scuole (segue)
14/11/2022
Tre milioni di persone soffrono di disturbi dell’alimentazione e della nutrizione (segue)
31/10/2022
Il Belvedere dedicato a Don Giuseppe Caselli (segue)
28/10/2022
Zero Sprechi, al via un progetto per la lotta agli sprechi alimentari (segue)
26/10/2022
Il recupero della memoria collettiva (segue)
26/10/2022
Giostra della Quintana di Ascoli Piceno (segue)
26/10/2022
Tribuna presso lo Stadio “Cino e Lillo del Duca” (segue)
ilq

Quando il giornalismo diventa ClickBaiting

Quanto è sottile la linea che divide informazione e disinformazione?

Kevin Gjergji